Cosa fare se il laptop è collegato ma non in carica

Se il tuo laptop è collegato ma non riceve alcuna ricarica, questi passaggi possono aiutarti a risolvere il problema.

Quando colleghi il tuo laptop, di solito ti ritrovi accolto con un allegro cinguettio dal tuo PC, una spia LED accesa e un display che si accende e si illumina un po ‘più luminoso. Almeno, questo è quello che dovrebbe fare.

A volte, però, colleghi l’adattatore CA, di solito perché la batteria è quasi scarica, e non ottieni nulla. Nessuna luce accesa, nessun display illuminato e nessuna icona di “ricarica della batteria” nell’angolo. Cosa potrebbe esserci di sbagliato?

Esistono numerosi modi per prendersi cura della batteria , ma tra la presa a muro e il computer ci sono diversi passaggi e parti che possono guastarsi. Alcuni sono facili da risolvere da soli con una modifica del software o una nuova batteria, ma altri problemi potrebbero richiedere una visita in un’officina di riparazione o anche una sostituzione completa del sistema.

Sapere qual è ciò che può farti risparmiare ore di frustrazione e centinaia di Euro in riparazioni. Adottando un approccio dall’interno all’esterno, è possibile restringere rapidamente l’origine del problema e trovare la soluzione più economica.

Sembra sciocco, ma è necessario assicurarsi che il laptop sia effettivamente collegato. Nessuna modifica del software o riparazione dell’hardware può far accendere magicamente un laptop disconnesso. Quindi, prima di fare qualsiasi altra cosa, assicurati che la presa CA e le spine del laptop siano ben inserite.

Controllare il blocco dell’adattatore CA e verificare che tutti i cavi rimovibili siano completamente inseriti. Quindi, assicurati che la batteria sia posizionata correttamente nel suo vano e che non ci sia nulla di sbagliato nella batteria o nei punti di contatto del laptop.

Infine, scopri se il problema ha qualcosa a che fare con il laptop. Prova a collegare il cavo di alimentazione a una presa diversa per vedere se hai un fusibile corto o bruciato. Se è collegato a un dispositivo di protezione da sovratensione o ciabatta, rimuoverlo e collegarlo direttamente alla presa a muro.

A questo punto, se ancora non funziona, abbiamo stabilito che non è solo un errore dell’utente a causare il problema. C’è un vero problema con l’alimentazione del laptop; ora si tratta semplicemente di capire dove potrebbe essere il problema. Questo inizia eliminando dove non è. Inizieremo con i problemi più comuni e facili da risolvere.

Innanzitutto, controlla l’integrità della batteria. Se il tuo laptop è dotato di una batteria rimovibile, rimuovila e tieni premuto il pulsante di accensione per circa 15 secondi per scaricare l’eventuale energia residua dal dispositivo. Quindi, con la batteria ancora rimossa, collegare il cavo di alimentazione e accendere il laptop.

Se il laptop si accende correttamente, significa che l’alimentatore funziona correttamente e il problema è probabilmente una batteria scarica. Anche se puoi sempre reinstallare la batteria e riprovare, forse la batteria era posizionata male.

Se il tuo laptop non ha un vano batteria visibile nella parte inferiore, potrebbe essere integrato nel laptop (come la maggior parte dei Mac) e dovrai aprirlo da solo o portarlo da uno specialista di riparazioni per testare il batteria.

Assicurati di utilizzare la porta USB-C corretta

USB-C è un popolare standard multipiattaforma per il collegamento di periferiche, il trasferimento di dati e la ricarica della batteria. Il nuovo standard consente dispositivi più sottili, ma potrebbe anche creare confusione. Alcuni produttori hanno scelto di rendere alcune porte USB-C solo dati, quindi non caricheranno il tuo dispositivo.

Ad esempio, alcuni dispositivi, come Huawei MateBook X Pro , hanno due porte USB-C: una che può essere utilizzata per la ricarica o il trasferimento dei dati e una che è designata solo per il trasferimento dei dati. Se riscontri un problema di mancato caricamento, assicurati di essere collegato alla porta USB-C corretta: potresti persino essere in grado di vedere una piccola icona sul lato che indica quale porta è destinata alla ricarica.

Il tuo caricabatterie è abbastanza potente?

Allo stesso modo, solo perché un alimentatore si inserisce nella porta di ricarica del tuo laptop non significa che sia abbastanza potente da caricare il tuo laptop. Questo vale per qualsiasi tipo di caricabatterie, ma è un problema particolarmente comune con i laptop che si caricano tramite USB-C: tecnicamente puoi collegare qualsiasi caricabatterie USB-PD , ma alcuni potrebbero avere un wattaggio troppo basso per caricarsi correttamente.

Controlla la potenza del caricabatterie fornito con il tuo laptop: se è stato fornito con un caricabatterie da 45 W, probabilmente ti consigliamo di utilizzare un caricabatterie da 45 W (o superiore) per alimentarlo e così via. Un caricabatterie a potenza inferiore potrebbe impedire alla batteria di scaricarsi mentre lo si utilizza, ma non sarà sufficiente per caricarlo più in alto. Se riesce a ricaricare il tuo computer, lo farà molto più lentamente del solito. Se hai intenzione di utilizzare un caricabatterie USB-C di terze parti, prova a utilizzarne uno certificato da USB-IF .

Per i laptop che non si caricano tramite USB-C, in genere consiglio di utilizzare il caricabatterie originale ufficiale del produttore. Caricabatterie economici e senza marca possono essere di bassa qualità o addirittura pericolosi , quindi se ne possiedi uno, prova invece a caricarli con il caricabatterie ufficiale del laptop.

Pause, burnout e cortometraggi

Senti lungo la lunghezza del cavo di alimentazione, piegandoti e flettendoti mentre procedi, per verificare eventuali attorcigliamenti o rotture. Controllare le estremità di eventuali connessioni interrotte, quali le spine tirando allentato o macchie che può avere ottenuto masticato da un animale o catturato in un aspirapolvere pulitore.

 

Ispeziona il mattone AC. È scolorito? Ci sono parti deformate o espanse? Annusalo: se odora di plastica bruciata, è probabile che sia lì che risiede il problema. Potrebbe essere necessario sostituire il connettore di alimentazione. Contatta il produttore e verifica se te ne invierà uno nuovo in garanzia. (O, a parte ciò, se te ne vendono uno direttamente.)

Controlla il connettore

Quando si collega il connettore di alimentazione del laptop, la connessione dovrebbe essere abbastanza solida. Se c’è polvere o altri accumuli all’interno del jack, potrebbe non essere possibile effettuare un collegamento pulito. Prova a pulire il jack con uno stuzzicadenti e ricollegalo.

In casi più estremi, potresti scoprire che il martinetto è traballante o allentato, o cede quando dovrebbe rimanere fermo. Ciò potrebbe significare che il jack di alimentazione si è rotto all’interno dello chassis e dovrai portare il tuo computer in un’officina (o, se sei a tuo agio nell’aprirlo, fare alcune riparazioni a casa).

La batteria

Le batterie sono sensibili al calore, quindi se il tuo laptop si surriscalda, ciò potrebbe causare un problema. All’aumentare della temperatura, il sensore della batteria potrebbe non accendersi, indicando al sistema che la batteria è completamente carica o mancante completamente, causando problemi di ricarica. Potresti anche scoprire che il tuo sistema si spegne per evitare il surriscaldamento della batteria e provocare un incendio.

Questi problemi diventano molto più probabili quando si ha a che fare con laptop più vecchi , che hanno un raffreddamento di qualità inferiore rispetto ai dispositivi più moderni, o se si tende a utilizzare il laptop sul divano oa letto, cosa che può bloccare le prese d’aria di raffreddamento . Spegnere il sistema, attendere che si raffreddi e assicurarsi che le prese d’aria siano prive di polvere e non ostruite da coperte.

Controlla le tue impostazioni energetiche

In Windows 10 , apri il menu Start e cerca “Impostazioni di alimentazione e sospensione”, quindi fai clic su Impostazioni di alimentazione aggiuntive. (Nelle versioni precedenti di Windows, apri il Pannello di controllo e cerca “Opzioni risparmio energia”.) Fai clic su Modifica impostazioni piano e controlla visivamente che siano tutte impostate correttamente.

Fai attenzione alle impostazioni errate per la batteria, il display e le opzioni di sospensione. Ad esempio, le impostazioni della batteria possono causare problemi se si imposta il computer in modo che si spenga quando il livello della batteria scende troppo o se si imposta il livello di batteria basso a una percentuale troppo alta.

Puoi anche assegnare azioni come sospensione e spegnimento quando il coperchio è chiuso o viene premuto il pulsante di accensione. Se queste impostazioni sono state modificate, è facile sospettare un malfunzionamento dell’alimentazione anche se non ci sono problemi fisici con la batteria o il cavo di ricarica. Il modo più semplice per assicurarsi che le impostazioni non causino problemi è ripristinare il profilo di alimentazione alle impostazioni predefinite.

Per info:

Tiziano Gioiellieri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...